SERVIZI GENERALI NELLE COSTRUZIONI

EDILI, INDUSTRIALI, ZOOTECNICHE, IDRAULICHE, STRADALI, ECC...

Vasche circolari, monolitiche

Cementsystem srl
Calcestruzzo “faccia a vista”: aspetti di manutenzione
Cementsystem srl

Premessa:

Il calcestruzzo “faccia a vista”, estremamente pregevole sotto il profilo estetico è piuttosto nudo ed indifeso nei confronti delle aggressioni esterne di tipo atmosferico, chimico, elettrochimico e biologico.

Gli effetti di queste aggressioni, che si verificano abbastanza rapidamente, possono restare “nascosti” per un tempo variabile da caso a caso e soprattutto, da esposizione ed esposizione.

Per evitare “brutte sorprese” è indispensabile programmare interventi di manutenzione, ove possibile, accompagnati da incrementi della protezioni intrinseca che possono ridurre, in modo significativo, tanto i successivi costi di manutenzione che la loro frequenza.

L’efficacia degli interventi di manutenzione è tanto maggiore quanto più le modalità di intervento sono orientate in funzione delle cause di degrado e dell’effettiva condizione conservativa delle opere, sulla base dello schema che segue.

A.      Presidi fondamentali di manutenzione

B.      Bonifica degli insediamenti biodeteriogeni.

C.      Rialcalinizzazione del conglomerato.

D.      Rivitalizzazione del conglomerato.

E.       Protezione anticarbonatativa.

F.       Protezione waterproofing.

G.     Ripristino dell’omogeneità cromatica

H.      Ripristino della continuità geometrica.

Gli interventi di manutenzione ordinaria, ove tempestivamente adottati, comprendono, in genere, i punti A, B, C, D ed E.

Un esempio di intervento”leggero”

1.Contempla la bonifica degli insediamenti biodeteriogeni, il consolidamento e la protezione waterproofing, idrorepellente, senza modificazioni dell’aspetto e del colore originari.

2. Pulizia e depolverizzazione delle superfici.

3.  Applicazione, mediante nebulizzazione a bassa pressione, della specifica soluzione detergente, disincrostante, antimuffa, algicida, NETTOYANT (pulitore antimuffa) di AZICHEM srl, per un consumo indicativo di 0,2 litri/m2.

4.  Dopo un’attesa di circa 45’ lavaggio con acqua abbondante ed attesa per l’asciugatura dei supporti.

5.       Applicazione, mediante nebulizzazione a bassa pressione, ad avvenuta asciugatura dei supporti, della soluzione consolidante, idrorepellente antiefflorescenza, CONSILEX IDROCON di AZICHEM srl, per un consumo indicativo di 0,3 – 1 kg/m2, in funzione del grado di assorbimento.

Un esempio di intervento”più pesante”

Contempla la bonifica degli insediamenti biodeteriogeni, la rialcalinizzazione, rivitalizzazione dei supporti nonché il consolidamento e la protezione waterproofing, idrorepellente, senza modificazioni dell’aspetto e del colore originari.

1. Pulizia e depolverizzazione delle superfici

2.  Applicazione, mediante nebulizzazione a bassa pressione, della specifica soluzione detergente, disincrostante, antimuffa, algicida, NETTOYANT (pulitore antimuffa) di AZICHEM srl, per un consumo indicativo di 0,2 litri/m2. Dopo un’attesa di circa 45’ lavaggio con acqua abbondante.

3. Trattamento rialcalinizzante, rivitalizzante, dei supporti mediante nebulizzazione a bassa pressione, della specifica soluzione minerale CONSILEX SAN di AZICHEM srl, per un consumo indicativo di 0,15/0,20 litri/m

4.  Lavaggio con acqua abbondante ed attesa per l’asciugatura dei supporti.

5. Applicazione, mediante nebulizzazione a bassa pressione, ad avvenuta asciugatura dei supporti, di una soluzione consolidante, idrorepellente e antiefflorescenza.

 

Autore / Fonte: www.azichem.it